MISSIONE TERRITORIALE “SENTINELLE NELLA NOTTE”. Aggiornato al 10/03

MISSIONE TERRITORIALE “SENTINELLE NELLA NOTTE”. Aggiornato al 10/03

3 Marzo, 2020 Off Di curatore

MISSIONE TERRITORIALE “SENTINELLE NELLA NOTTE”

Un “Faro” nella notte

“Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, Io sono in mezzo a loro”. Con queste parole di Gesù nel cuore, sempre attuali e incoraggianti, nonostante qualche remora iniziale per la dilagante paura del Corona Virus, rappresentanti di alcune realtà aggregative laicali, parrocchiali e di istituti religiosi (Ammi, Masci Messina 1-Il Faro, Parrocchia “Maria Regina degli Apostoli-Gescal, Fraternità Domenicana, Avulss, gruppo Padre nostro … Padre di tutti, Figlie del Divino Zelo, Suore Paoline) e di Uffici e Organismi diocesani (Ufficio Liturgico, Ufficio Migrantes, Ufficio Missionario, Pastorale Giovanile Diocesana, Seminario Arcivescovile, Usmi) hanno vissuto, sabato 7 marzo presso la Chiesa “SS. Annunziata dei Catalani”, la terza tappa del progetto pastorale “Sentinelle nella notte”. Prese le opportune precauzioni suggerite dagli organismi preposti, hanno deciso di spalancare le porte della chiesa e di offrire ai fedeli l’opportunità di sostare in preghiera davanti a Gesù Eucaristia, esposto per invocare la Misericordia del Padre in tempi così critici, oscuri ed incerti. Tra i presbiteri che hanno partecipato all’Adorazione anche il nostro caro Vescovo Ausiliare Sua Ecc.za Mons. Cesare Di Pietro che, insieme al Vice-Rettore del Seminario Arcivescovile San Pio X Padre Fabio Cattafi, è stato presente al momento comunitario iniziale e poi insieme a Padre Medard, sacerdote camilliano, ha confessato fino a tarda notte. Durante l’ Adorazione Eucaristica personale è stata significativa la presenza del Vicario Foraneo di Messina Centro e Nord Padre Marco D’ Arrigo, del Parroco di Cumia Padre Giovanni Lombardo e del Direttore dell’ Ufficio Liturgico Padre Massimo Cucinotta.Tanti i benefici spirituali di questa preghiera, molto intima e intensa, apprezzata anche nelle “zone rosse” colpite dal COVID 19, grazie ad una diretta streaming che ha unito i fedeli, anche a distanza. Un “Faro” nella notte che ha illuminato animi, ha interpellato coscienze, ha unito cuori, ha acceso una speranza, incutendo fiducia in Colui che tutto può, il Medico dell’anima e del corpo che con la Sua Luce può illuminare le menti, guidare le azioni di chi a Lui si rivolge con umiltà e devozione filiale. Allora, tanti “grazie”, tante preghiere, tanti

volti irradiati dalla Luce vera, che fa sorridere, sperare, amare, incoraggiare, condividere, andare oltre se stessi per testimoniare anche col silenzio ciò che vale nella vita, la fede in Gesù che si è fatto Pane e Vino per poter abitare in noi, per non lasciarci mai soli, per essere “Faro” soprattutto in tempi di precarietà, di crisi e di paura.

Maria Pia Bonanno


Locandina e Struttura

Nell’ambito del progetto pastorale “Sentinelle nella notte”, sabato 07 marzo, dalle ore 21.30 alle ore 00.30, presso la chiesa “SS. Annunziata dei Catalani”, alcuni Uffici e organismi diocesani (Ufficio Liturgico, Ufficio Migrantes, Ufficio Missionario, Pastorale Giovanile Diocesana, Seminario Arcivescovile, Usmi) proporranno un’Adorazione eucaristica con la possibilità della preghiera personale di intercessione e supplica cosi come indicato dal nostro Arcivescovo in questo momento particolarmente critico per l’Umanità. Presiederà l’Adorazione comunitaria delle ore 21.30 il Vice-Rettore del Seminario Arcivescovile “S. Pio X” , Padre Fabio Cattafi.