Messaggio dell’Arcivescovo in occasione dei festeggiamenti di S. Bartolomeo Apostolo

+

Mons. Giovanni Accolla

Arcivescovo Metropolita di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela

Archimandrita del SS. Salvatore

 

12 agosto 2020

Carissimi fedeli e ospiti attualmente presenti a Lipari,

quest’anno i festeggiamenti in onore di San Bartolomeo, Patrono delle Isole Eolie, verranno vissuti in un clima di austerità.

La pandemia in corso, che sta flagellando il mondo intero, ci obbliga a vivere con prudenza e con senso di responsabilità ogni momento di aggregazione sociale, tra cui i nostri eventi religiosi. Pur nella consapevolezza che le norme sul “distanziamento sociale” sono misure cui attenersi anche per le manifestazioni religiose, certamente non mancherà ad alcuno la gioia di vivere la festa del Santo Patrono come un’opportunità di rinascita per la vita spirituale. La festa sarà, pertanto, caratterizzata da attività di evangelizzazione, di preghiera e di vita sacramentale.

La confessione di fede di San Bartolomeo, “Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele” (Gv 1,49),

  • risuoni nella mente, nel cuore e nella vita di ognuno di noi;
  • ci faccia rinascere, come creature nuove, dalle miserie delle nostre fragilità;
  • ci faccia zelanti nel riconoscere ogni nostro fratello come “tempio Santo di Dio”, “luogo che Dio ha scelto come sua dimora”.

Mi è inoltre particolarmente gradito comunicare alla Comunità di Lipari e ai graditissimi ospiti, che si trovano a soggiornare in queste splendide isole, che dal 20 agosto dalle ore 20,00 alle ore 24,00 sarà possibile visitare il Palazzo Vescovile, dove sono stati allestiti, in anteprima, alcuni ambienti che faranno parte del Museo Diocesano.

In un momento di incertezze e di destabilizzazione globale, la Comunità ecclesiale di Lipari, attraverso la valorizzazione e la fruizione del patrimonio storico-artistico, desidera porre un seme di speranza. La memoria storica e la possibilità di ammirare quanto realizzato dai nostri predecessori hanno una grande forza pedagogica, ci dicono che “nulla è impossibile” e che, attraverso la condivisione di ciò che è bello, si può essere creativi e testimoni dell’amore che Dio non fa mai mancare alle sue creature.

Augurando una lieta e santa festività, invoco su tutti la benedizione del Signore.

 

                                                                                                          ✠ Giovanni Accolla

12-08-2020