Cei, Il matrimonio canonico 5.11.1990, n. 10

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

L’esame dei nubendi è finalizzato a verificare la libertà e l’integrità del loro consenso, la loro volontà di sposarsi secondo la natura, i fini e le proprietà essenziali del matrimonio, l’assenza di impedimenti e di condizioni.

L’importanza e la serietà di questo adempimento domandano che esso sia fatto dal parroco con diligenza, interrogando separatamente i nubendi.

Le risposte devono essere rese sotto vincolo di giuramento, verbalizzate e sottoscritte, e sono tutelate dal segreto d’ufficio.

Si tenga presente che:

  • l’istruttoria matrimoniale deve pervenire in Cancelleria in busta chiusa e siglata.
  • I documenti dell’istruttoria devono essere compilati in tutte le loro parti.