L'ingresso sarà consentito previo appuntamento telefonico

Dal 25 maggio riaprono Curia e Tribunale

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Con la pubblicazione del decreto n. 145 e del decreto n. 146, l’Arcivescovo ha disposto che, a partire dal 25 maggio 2020, riaprano al pubblico alcuni uffici di Curia e riprendano le istruttorie delle cause presso il Tribunale Ecclesiastico Metropolitano.

Per ciò che riguarda la Curia, riapriranno la Cancelleria Arcivescovile, l’Ufficio Economato, l’Ufficio Amministrativo, l’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici e l’Edilizia di Culto, l’Ufficio per gli Insegnanti di Religione Cattolica e l’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero.

Per evitare assembramenti e ottemperare alle norme previste per l’ingresso, l’accesso alla Curia arcivescovile e all’IDSC, sia per i laici che per il clero, sarà consentito dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 soltanto previo appuntamento telefonico da concordare, telefonando al numero dell’ufficio di pertinenza (indicato nel decreto), con un anticipo di qualche giorno sì da permettere la redazione degli elenchi dei visitatori da consegnare al servizio di portineria.

Relativamente al Tribunale Ecclesiastico, invece, le modalità di accesso (che non sarà consentito senza previa prenotazione telefonica), saranno rese note presso la Cancelleria del Tribunale Ecclesiastico (tel. 090.6684337) in conformità alle leggi vigenti.