Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto (cfr. Gv 15)

Rubrica “Ecumenismo Quotidiano”

Spunti mensili di riflessione e azione - Aprile 2021

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

 

 

 

Rubrica mensile “Ecumenismo Quotidiano“, a cura dell’Ufficio per il Dialogo Ecumenico e Interreligioso.
Spunti di riflessione e azione.
Seconda uscita – Aprile 2021.

 

  • SFIDE E OPPORTUNITÀ DEL NOSTRO TEMPO

Il martirio è ecumenico.

Se i dittatori uniscono noi cristiani nella morte, come possiamo noi giungere a separarci nella vita?
Papa Francesco

I martiri cristiani di diverse confessioni sono più numerosi oggi che al tempo delle persecuzioni nei primi tempi della chiesa.
Coloro che perseguitano Cristo nei suoi fedeli non fanno differenza di confessioni: li perseguitano semplicemente perché sono cristiani.

 

  • CONOSCERE un fatto di cronaca.

         Siete tutti fratelli: l’affermazione /appello può essere considerata  segno distintivo del viaggio del papa in Iraq (5-8 marzo). E come i tutti segni profetici è consegnata alla nostra riflessione e all’esperienza per essere sempre meglio capita e vissuta.

         Nella Cattedrale siro-cattolica di Baghdad egli ha ricordato i martiri dell’attentato terroristico del 31 ottobre 2010: un tentativo di mandare in frantumi il mosaico iracheno di convivenza tra le religioni e riconoscimento reciproco del culto caldeo, copto, cattolico, cattolico-romano, melchita, maronita, greco-ortodosso. Un gruppo armato di terroristi aveva fatto irruzione nella cattedrale durante la celebrazione della Messa e preso in ostaggio i circa 150 fedeli presenti, chiedendo la liberazione di alcuni esponenti di Al – Qaeda. Dopo aver ucciso i due giovani sacerdoti che avevano tentato di fermarli, hanno fatto esplodere tre ordigni provocando la morte di 46 persone e gravi ferite e amputazioni ad altre 70. Tra le vittime si contano famiglie intere, uomini, giovani e bambini, poliziotti venuti per impedire il massacro, donne, una delle quali è una giovane sposata da poco e in attesa del suo primo figlio, la sua promessa di vita: insieme sono martiri dell’unica Chiesa di Cristo.

 

  • RI-CONOSCERE guidati dallo Spirito

             Non ci sono divisioni nel corpo: tutte le parti si preoccupano le une della altre. Se una parte soffre, tutte le altre soffrono con lei; e se una parte è onorata, tutte le altre si rallegrano con le. 1Cor. 12,25.26

 

  • AGIRE in amicizia a servizio dell’unica vigna del Signore.

Non si tratta di nascondere le differenze ma di cogliere nella vita di ogni giorno le opportunità di colloqui e incontri, anche informali, per conoscersi meglio. L’ecumenismo è uno scambio di doni, un alzare gli occhi dal nostro orizzonte e imparare a guardare con gli occhi delle altre tradizioni cristiane.

 

  • PER ANDARE OLTRE. Sussidio, p. 113-115

Sussidio della Chiesa Cattolica sulla Settimana di preghiera 2021
Ufficio Diocesano per il Dialogo Ecumenico e Interreligioso

         In un’icona denominata “La vite” è rappresentato Cristo Pantocratore con un libro aperto sul quale è scritto: “Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto”.Il Cristo Pantocratore che è il volto della misericordia del Padre, nel momento in cui lo si guarda, fa pensare ad un abbraccio pieno d’amore che attende tutti coloro che sono disposti a sollevare lo sguardo. P.114