Parte il progetto “L’ANNO CHE VERRÁ – Come diventa importante che in questo istante ci sia anche io”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Dal mese di giugno 2022 è partito il progetto “L’ANNO CHE VERRÁ – Come diventa importante che in questo istante ci sia anche io”, promosso dalla Caritas Diocesana in collaborazione con l’Ufficio Problemi Sociali e Lavoro della nostra Arcidiocesi.
Il Centro di Solidarietà F.A.R.O., l’Oratorio S. Luigi Guanella, il Dipartimento Scienze Politiche Università degli Studi di Messina – C. di L. in Servizio Sociale, l’Istituto Superiore “E. Ainis”, l’Istituto Superiore “Antonello” e il Progetto Policoro sono tutti partner attivi del progetto, rivolto ai giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni, che si pone come obiettivi l’affiancamento dei giovani nella definizione della propria identità professionale, la motivazione degli stessi nella ricerca di un percorso formativo/professionale più idoneo alle proprie inclinazioni e desideri e il riflettere, insieme ai ragazzi, sui temi della responsabilità e l’impegno sociale.
L’idea progettuale nasce dalla lettura dei bisogni del territorio, emersi in seguito ad uno studio voluto dall’Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla, “RESTART, giovani e futuro” realizzato dall’Istituto IARD e dal successivo Report annuale dalla Caritas Diocesana relativo al disagio giovanile. Da questi studi è stata evidenziata la centralità della povertà educativa e il bisogno di agire su essa affiancando i giovani nella formazione professionale, nelle scelte di impegno sociale e nell’orientamento alla vocazione lavorativa.
La realizzazione, attraverso un colloquio conoscitivo iniziale, di un bilancio delle competenze, un supporto allo studio e alla formazione attraverso “doti educative”, l’attivazione di tirocini lavorativi, destinati ai giovani/adulti già formati o in formazione, presso realtà del terzo settore, attività di volontariato presso realtà parrocchiali del territorio e non solo e incontri di sensibilizzazione sui temi dell’impegno e della responsabilità dei giovani sono le principali attività che il progetto intende realizzare. Tali attività saranno scaglionate nel tempo, fino al 31 dicembre 2022. Un team composto da educatori, psicologi, operatori sociali aiuterà i giovani a lavorare con i propri coetanei, al fine di aiutarli nella ricerca delle risposte necessarie per prendere le giuste scelte.

Consulta http://www.centrofaro.it/?attachment_id=288