Ufficio per le Comunicazioni Sociali

Direttore
don Piero Di Perri Santo

Responsabile del Sito diocesano
don Giuseppe Imbesi

Equipe

Maria Caprì
Giancarlo Galletta
Antonella Rianò
sr. Cettina Talarico FSP
Antonio Tavilla


Scopo

L’Ufficio diocesano per le Comunicazioni Sociali è un organismo della Curia Arcivescovile che si pone al servizio della comunità ecclesiale, con particolare riferimento al Vescovo e agli uffici pastorali, per la conoscenza delle questioni che interessano l’azione pastorale [Comunicazione e Missione, 192].
L’Ufficio ha lo scopo di curare, stimolare e orientare la dimensione comunicativa delle diverse iniziative pastorali promosse dall’Arcidiocesi. Esso svolge pertanto un lavoro all’interno degli organismi pastorali diocesani, promuovendo una vera e propria pastorale della comunicazione sociale organica ed integrata e ponendosi anche come soggetto attivo sul territorio nella realizzazione del progetto culturale orientato in senso cristiano [Comunicazione e Missione, 190], educando alla comunicazione sociale.
Fornisce le indicazioni utili alla conoscenza degli orientamenti dell’opinione pubblica circa le questioni che interessano l’azione pastorale; si confronta con il Vescovo per l’esame di eventuali situazioni emerse e l’individuazione di linee da seguire nel contesto della comunicazione ecclesiale istituzionale; assolve al ruolo di ufficio stampa e portavoce del Vescovo; promuove e coordina la ricerca e la documentazione in materia di comunicazioni sociali.


Composizione

L’ufficio diocesano per le Comunicazioni Sociali, è ordinariamente costituito da un Direttore e da un’equipe di collaboratori, che a vario titolo e secondo le competenze, lo supportano nell’organizzazione e gestione delle varie attività interne ed esterne all’Ufficio, individuandone compiti, responsabilità e modalità di funzionamento secondo quanto statuito in un regolamento proprio (Direttorio, 190).


Finalità:

a) Promuovere, anche in collaborazione con altri Organismi di Curia, iniziative generali e settoriali destinate a formare ad una mentalità comunicativa, rivolte a presbiteri, diaconi, consacrati e laici, che siano coinvolti nel campo della comunicazione sociale come utenti, educatori, operatori professionisti e volontari, curando in particolare la formazione degli operatori dei media diocesani.
b) Essere punto di collaborazione, di riferimento e di orientamento per presbiteri e consacrati che collaborano con emittenti pubbliche e private.
c) Mantenere responsabilmente, a livello diocesano, i contatti con la stampa, la radio, la televisione, curare i rapporti con gli operatori della comunicazione sociale; preparare e condurre le conferenze stampa del vescovo; predisporre una rassegna quotidiana dell’informazione (stampa, televisione, radio, internet…) da mettere a disposizione dei responsabili pastorali. Il direttore dell’ufficio per le comunicazioni sociali svolge anche il ruolo di responsabile dell’ufficio stampa e di portavoce del vescovo [Comunicazione e Missione, 193].
d) Curare i rapporti con i giornalisti e gli organi di informazione non ecclesiali presenti nel territorio della diocesi per garantire una doverosa informazione sulla vita della Chiesa locale [Comunicazione e Missione, 197].
e) Sensibilizzare le strutture ecclesiali (diocesi – zone pastorali – parrocchie) circa i problemi della comunicazione. La diffusione della figura dell’animatore per la comunicazione e la cultura, la formazione di tutti gli operatori, l’attuazione del piano pastorale diocesano sono suoi ambiti primari di lavoro pastorale. L’ufficio inoltre promuove e sostiene in ogni parrocchia o a livello interparrocchiale la presenza di almeno un “animatore”, che, d’intesa con il parroco, si occupi di questi aspetti all’interno della comunità e in collegamento permanente con l’ufficio diocesano [Comunicazione e Missione, 194].
f) Curare rapporti costanti con l’Ufficio Regionale e con l’Ufficio Nazionale delle Comunicazioni Sociali e con i media ecclesiali a diffusione nazionale (Avvenire, Sir, Blusat 2000, Sat 2000…) per dare il contributo di informazioni riguardante la realtà della Chiesa locale.
g) Spetta all’Ufficio il coordinamento, il sostegno e la promozione di una comune progettualità dei media ecclesiali presenti in diocesi (settimanale diocesano, televisione, radio, sale della comunità, editrici, periodici, sito web…), nonché offrire collaborazione e consulenza per le iniziative editoriali su scala diocesana (pubblicazioni, conferenze, ecc.).
h) Promuovere momenti particolari, quali la “Giornata delle comunicazioni sociali”, voluta espressamente dai documenti del Magistero [Inter Mirifica, n. 18] e altre iniziative e ricorrenze che coinvolgono gli operatori dei media e aiutano a riflettere la Chiesa locale su temi specifici della comunicazione sociale [Comunicazione e Missione, n.105].


Recapiti

Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali
Arcidiocesi di Messina – Lipari – S. Lucia del Mela
Via Garibaldi, 67
Tel. 090.6684203
ufficiocomunicazionisociali@diocesimessina.it